1. Orario e luogo di appuntamento
2. Punti di incontro
3. Spostamenti
4. Modalità di iscrizione
5. Norme e Disdetta
6. Livelli di difficoltà
7. Equipaggiamento
8. Malattie
9. Modalità di Conduzione
10. Il Gruppo
11. Pranzo a Sacco / Condiviso

Orario e luogo di appuntamento:
L’orario e il luogo preciso di appuntamento, vengono inviati per email all’indirizzo fornito in fase di prenotazione (A tal proposito prestate attenzione ad inserire correttamente l’indirizzo email).
Ogni trekking o experience ha due appuntamenti diversi: il primo sempre a Firenze, il secondo nel luogo di partenza del trekking stesso. Nell’email che riceverete dopo la prenotazione, sarà indicata l’ora e il luogo dell’appuntamento a Firenze. Inoltre saranno indicate le modalità per richiedere orario e luogo del secondo appuntamento, cioè quello alla partenza del trekking.
In nessun caso orario e luogo di partenza verranno forniti prima della prenotazione.

Punti di incontro a Firenze:
A Firenze abbiamo quattro punti di incontro. Essi variano in funzione della direzione che dobbiamo seguire con le auto per il nostro trekking.
Ecco i punti di incontro con i relativi link:
Obihall: https://goo.gl/X4fc6L
Parcheggio sotto il Casello di Firenze Impruneta: https://goo.gl/Ybf387
Mercato Ortofrutticolo di Novoli: https://goo.gl/hc2q9e
Parcheggio UCI Cinema (Via del Cavalllaccio): https://goo.gl/KhjmFk
Per partecipare ai nostri trekking non è necessario avere l’auto. E’ comunque necessario che autonomamente riusciate a raggiungere i punti di incontro. In ognuno di essi si può arrivare facilmente in motorino o con i mezzi pubblici.

Spostamenti:
Dal punto di incontro, quale esso sia, ci sposteremo al luogo di inizio del trekking, con auto private. Cercheremo di utilizzarne il minor numero possibile, per impattare meno sull’ambiente e ridurre i costi di viaggio. Costi che sono sempre esclusi dalla quota di partecipazione.

Modalità di iscrizione:
Per iscriversi ai nostri trekking e alle nostre experiences, è necessario cliccare sul tasto prenota; compilare i campi ed effettuare il pagamento. L’iscrizione si considera tale solo a pagamento avvenuto.
Il pagamento può avvenire tramite account paypal o carta di credit/debito tradizionale. Nel caso in cui si intenda pagare in contanti, ciò è possibile solo recandosi nei punti vendita dei nostri partner: la Libreria On The Road in Piazza Giorgini a Firenze o il negozio Obiettivo Montagna in via Arnolfo a Firenze.
Il prezzo indicato nell’evento riguarda tutti i partecipanti dai 12 anni compresi in su. Ma ai nostri trekking e alle nostre experiences, possono partecipare anche bambini tra gli 8 e gli 11 anni compresi. In questo caso non è necessario inserirli in fase di prenotazione. I bambini tra gli 8 e gli 11 anni, pagano la quota di 5 euro direttamente in loco, in contanti alla guida. Sotto gli 8 anni la partecipazione è sempre interdetta, salvo diversa specifica.
In fase di prenotazione vengono richiesti: nome, cognome, email e cellulare di tutti i partecipanti maggiorenni. Tali dati sono obbligatori e devono essere distinti per ogni partecipante. Ciò significa che, anche se il sistema lo permette, non sono ritenute valide iscrizioni con la stessa email o lo stesso cellulare o lo stesso nominativo. Nel caso in cui non si disponga dei dati di tutti i partecipanti, tali dati possono essere integrati successivamente tramite email al seguente indirizzo: info@andareazonzo.com. Per quanto riguarda i minori tra i 12 e i 17 anni compresi, è sufficiente inserire solo il nome e cognome, lasciando vuoti gli altri campi.
Perché il cellulare di tutti? Anche se site in coppia (amici o parenti) sono necessari tutti i cellulari. Questo per vari motivi:
1 – Spesso siamo in zone con poco segnale e se il cellulare del marito non prende, magari prende quello della moglie.
2 – A volte i cellulari si scaricano, avere più numeri ci permette di avvertire tutti tempestivamente.
3 – Nel caso in cui si debba comunicare tempestivamente con tutti i partecipanti, avere tutti i cellulari fa perdere meno a tempo a tutti.
Perché l’email di tutti? Perché, volenti o nolenti, siamo nell’era del marketing digitale e l’email è ancora il mezzo più diffuso per comunicare con i nostri clienti. Inoltre tutte le informazioni e i dettagli degli eventi vengono inviati per email all’indirizzo fornito in fase di prenotazione (A tal proposito prestate attenzione ad inserire correttamente l’indirizzo email).

Norme riguardo all’iscrizione e disdetta:
Nel caso in cui Andare a Zonzo valuti che non ci siano le condizioni per svolgere l’evento, gli iscritti verranno avvertiti e totalmente rimborsati entro 7 giorni dall’evento.
Nel caso in cui Andare a Zonzo valuti che sia necessario apportare delle modifiche al percorso (indipendentemente dalle cause), esse verranno apportate a suo insindacabile giudizio.
Nel caso in cui un iscritto/a decida di annullare la propria partecipazione ad un trekking giornaliero, deve comunicarlo ESCLUSIVAMENTE scrivendo a info@andareazonzo.com l’intenzione di annullamento entro le ore 20 della data indicata nell’email di conferma della prenotazione. La quota non viene rimborsata, ma viene mantenuta come credito con scadenza 90 giorni dal giorno dell’evento annullato.
Nel caso in cui la comunicazione dell’intenzione di annullamento avvenga oltre i termini stabiliti, la quota non viene rimborsata, ma viene mantenuta (decurtata del 50%) come credito con scadenza 30 giorni dal giorno dell’evento annullato.
Per problemi di qualsiasi natura riscontrati sul sito, è sempre necessario scrivere a info@andareazonzo.com Whatsapp, Facebook e qualsiasi altra forma di comunicazione non fa fede!

Livello di Difficoltà:
I nostri trekking, le nostre experiences giornaliere i nostri viaggi, sono rivolti a tutti; senza preclusione di etnia, geografica, politica o religiosa. Chiunque, con o senza esperienza può partecipare alle attività da noi proposte. Ovviamente è importante capire il livello di difficoltà di ogni evento proposto. Questo per una migliore autovalutazione delle proprie capacità.
Gli eventi definiti come trekking si svolgono in ambiente naturale, poco antropizzato. Si basano sul camminare su percorsi poco agevoli perlopiù in zone di bassa o alta montagna.
Livello Facile: Vuol dire che la lunghezza non supera i 15 Km totali. Il dislivello cumulato positivo (Cioè la salita totale) è fino a 499 metri. Il percorso su cui si compie il trekking è composto da strade sterrate, carrarecce, fiumi, mulattiere  e sentieri battuti. (ATTENZIONE: Sentieri battuti non implica che siano pianeggianti o lisci; significa che sono sentieri ben evidenti. E’ implicito che l’ambiente esterno è comunque il bosco o la montagna, che ci sono sassi, pietre e tronchi. In nessun modo, un trekking definito facile, è equiparabile ad una passeggiata pianeggiante in un parco cittadino).
Livello Medio: Vuol dire che la lunghezza si attesta tra i 15 e i 20 Km totali. Il dislivello cumulato positivo (Cioè la salita totale) è tra 500 e 999 metri. Il percorso su cui si compie il trekking è composto da sentieri, pietraie. A volte sono presenti sul sentiero cavi di acciaio o corde fisse per facilitare i passaggi. Possono essere presenti alcuni passaggi, brevi e semplici, esposti.
Livello Impegnativo: Vuol dire che la lunghezza si attesta oltre i 20 Km totali. Il dislivello cumulato positivo (Cioè la salita totale) è oltre i 1000 metri. Il percorso su cui si compie il trekking è composto da sentieri, pietraie, tracce di sentiero. Possono essere presenti cavi di acciaio o corde fisse per facilitare i passaggi. Possono essere presenti tratti esposti per il cui superamento è necessario non soffrire di vertigini. Infine, la stagionalità (caldo o freddo) e le modalità di soggiorno (dormire in bivacco) possono influire sulla difficoltà del trekking.

Equipaggiamento:
Camminare è di sicuro l’attività più comune tra tutte quelle proposte. Ma c’è modo e modo di camminare. Per il trekking sono necessarie scarpe da trekking. Non da ginnastica! Vanno comunque bene anche le scarpe da trail. La cosa importante, per le scarpe, è che abbiano la suola scolpita (esistono molte mescole In commercio, la Vibram è la più famosa e la prima che a investito in questo ambito, ma non è l’unica efficiente). Ciò permette una migliore aderenza al terreno, ma soprattutto vi evita di avere dolori al piede e alla pianta dello stesso alla fine della giornata. Per questo, anche per una questione assicurativa, non si può partecipare senza scarpe idonee. La guida si riserva la facoltà di escludervi dal gruppo anche il giorno stesso. Nel qual caso non è previsto rimborso, considerato che le “Scarpe da trekking” sono indicate nell’attrezzatura necessaria di ogni evento.
Oltre alle scarpe è necessario avere uno zainetto in cui mettere sempre: acqua, k-way, golf di pile, maglietta di ricambio, cibo, torcia. (Perché la torcia? La torcia è necessaria perché può capitare, specialmente in inverno, che il trekking si allunghi e faccia  buio. Avere una torcia ci permetterà di camminare più agevolmente).
Nei trekking e nelle experiences più complesse possono essere necessarie altre cose che, di volta in volta, sono descritte nella pagina dell’evento.

Malattie:
Se soffri di cardiopatia o diabete, comunicale tempestivamente alla guida prima della partenza del trekking.

Modalità di conduzione:
Il gruppo è sempre condotto da una Guida Ufficiale autorizzata dall’ente preposto a svolgere accompagnamento di singoli o gruppi. Ma la guida non è solo una guida, è anche colei, o colui, a cui rivolgersi per ogni vostra necessità. La guida conosce l’itinerario, conosce i luoghi e le realtà che affronterete. Conosce il tessuto sociale. E’ formata per intervenire in caso di emergenza. La guida vi permetterà di godervi senza pensieri la vostra giornata di trekking o hiking.
Perché una guida? Iscriversi ad un trekking o un’experience di Andare a Zonzo, vuol dire sfruttare appieno il lavoro che una guida ha fatto: l’identificazione dell’itinerario, la programmazione, il sopralluogo, l’inserimento di una parte emozionale che renderà unica la tua giornata. Non è un semplice cammino su un sentiero segnato in bianco/rosso, ma la partecipazione totale ad un’esperienza unica, in cui godrai della tua giornata libera in un ambiente che non conoscevi o che potrai assaporare in modo diverso, con peculiarità a cui non avevi pensato. La guida serve a vivere in spensieratezza, felicità e curiosità un evento che fatto da solo, o con alcuni amici, avrebbe un sapore del tutto diverso.

Il gruppo:
Si viaggia in gruppo, dunque è necessario un forte spirito di adattamento.
I nostri gruppi sono di massimo 20 elementi, ciò per favorire l’integrazione e la conduzione. Per scelta, abbiamo deciso di non portare a camminare squadroni di 30/40 persone.
Se siete un gruppetto più numeroso di 6 persone, forse sarebbe il caso di prendere in considerazione l’idea di richiedere una guida specifica per il vostro gruppo, piuttosto che inserirsi in un gruppo dove poi, l’interazione, potrebbe risultare difficile.
Oltre allo spirito di adattamento è necessaria anche una grande puntualità: il ritardo implica complicazioni per tutti i partecipanti.
Durante i trekking o le experiences vengono scattate foto. Tali foto sono scattate in luogo pubblico e perciò condivisibili su internet e divulgabili in pubblico. Nel caso in cui non vogliate apparire nelle foto, comunicatelo alla guida prima della partenza del trekking. In caso contrario le foto verranno pubblicate. Questo perché alla stragrande maggioranza delle persone piace condividere le foto di viaggio. Motivo per cui una mancata comunicazione tempestiva di chi desidera non apparire in foto, non può inficiare sul desiderio della maggioranza.
Ricordate: nel momento in cui ci si iscrive ad un evento di gruppo, ne si accettano i pro e i contro.

Pranzo al Sacco / Condiviso:
Il pranzo (o in certi casi la cena) a sacco significa che ognuno provvede autonomamente al cibo per il trekking o l’experience. Il pranzo a sacco potete prepararlo da casa o acquistarlo nel bar dove ci fermeremo per un caffè, prima dell’inizio di ogni trekking.
Il pranzo, o la cena, condiviso invece, è un’esperienza diversa che Andare a Zonzo, primo in Toscana, ha inserito nei suoi eventi da ormai 7 anni. Si tratta di un pic-nic dove ognuno porta qualcosa da mangiare. L’importante è che sia cucinato con le vostre mani per 1/2 persone. Bastano cose semplici: un’insalatona, un riso freddo, una frittata, delle uova sode, una torta salata, delle polpette. E questi sono solo esempi. Per rendere l’esperienza più vera e autentica, evitate di portare salatini o il sempreverde pane e salumi. Le stoviglie e il vino sono sempre offerti da Andare a Zonzo.