FAQ - Frequently Asked Questions - Andare a Zonzo

Iscriversi ai nostri trekking e alle nostre escursioni giornaliere è molto semplice. Nella pagina relativa ai trekking guidati, trovi tutte le nostre proposte giornaliere. E’ sufficiente cliccare sulla quella preferita. Una volta aggiunto il prodotto nel carrello, il sito automaticamente ti re-indirizza al carrello dove potrai terminare il l’iscrizione seguendo i passi indicati. L’iscrizione si considera confermata solo a pagamento avvenuto.
Tutte le escursioni sono a numero chiuso.

Il pagamento sul nostro sito è sicuro al 100% in quanto gestito direttamente da società leader mondiali per i pagamenti elettronici.
Abbiamo eliminato il pagamento contante dal 2016. E’ possibile pagare nei seguenti modi:
– Con tutte le carte di credito tramite Mercury Payment Services
– dal proprio account Paypal
– Bonifico Bancario tramite MyBank

Ai nostri trekking e alle escursioni giornaliere non possono partecipare i bambini con età inferiore agli 8 anni.
All’interno del prodotto è sempre indicato se i bambini tra gli 8 e i 12 anni possono partecipare.
Sopra i 12 anni tutti possono partecipare.
Per quanto riguarda i viaggio a piedi è necessario aver compiuto 16 anni alla data del viaggio.
La partecipazione è interdetta a coloro che hanno patologie cardiache. In questo caso per partecipare è necessario fornire un certificato medico.

All’interno di ogni prodotto sia esso un trekking, un’escursione giornaliera o un viaggio a piedi, è sempre indicato se i cani sono o non sono ammessi.
Nel caso in cui siano ammessi, si ricorda che, per legge, il cane va portato al guinzaglio.

In fase di prenotazione vengono richiesti: nome, cognome, email e cellulare di tutti i partecipanti maggiorenni. Tali dati sono obbligatori e devono essere univoci per ogni partecipante. Per quanto riguarda i minori tra gli 8 e i 17 anni compresi, è sufficiente inserire solo il nome e cognome.
Nelle prenotazioni multiple, viene richiesto il cellulare di tutti i partecipanti maggiorenni, perché spesso, durante l’escursione, siamo in zone con poco segnale e se il cellulare di qualcuno non prende, magari prende quello di un altro partecipante con una compagnia telefonica diversa. Inoltre i cellulari si scaricano, avere più numeri ci permette di contattarvi in qualunque momento per comunicare con voi. Infine, nel caso in cui si debba comunicare tempestivamente con tutti i partecipanti, avere tutti i cellulari è più efficiente e fa risparmiare tempo.
Nelle prenotazioni multiple viene richiesta l’email di tutti i partecipanti maggiorenni perché, volenti o nolenti, siamo nell’era del marketing digitale e l’email resta tutt’oggi il mezzo più diffuso per comunicare con i clienti. Inoltre tutte le informazioni e i dettagli degli eventi vengono inviati per email all’indirizzo fornito in fase di prenotazione (A tal proposito prestate sempre attenzione a inserire correttamente l’indirizzo email).

I nostri trekking, le nostre esperienze giornaliere e i nostri viaggi, sono rivolti a tutti, senza preclusione di sesso, etnia, provenienza geografica, orientamento politico e credo religioso. Chiunque, con o senza esperienza, può partecipare alle nostre attività. Ovviamente è sempre importante comprenderne il livello di difficoltà, per una migliore autovalutazione della capacità di partecipare agevolmente ad ogni evento proposto

Gli eventi definiti come  trekkingescursioni giornaliere si svolgono in ambiente naturale, poco antropizzato. Sono camminate su sentieri segnati o individuati dalla guida, talvolta poco agevoli, perlopiù in zone di bassa o alta montagna. Quindi non è detto che se si è allenati nel parco cittadino, ciò valga anche per le esperienze outdoor.

Livello Facile: significa che la lunghezza non supera i 15 Km totali. Il dislivello cumulato positivo (cioè la salita totale) al massimo 499 metri. Il percorso su cui si compie il trekking è composto da strade sterrate, carrarecce, fiumi, mulattiere  e sentieri battuti. ATTENZIONE: Sentieri battuti non implica che siano pianeggianti o lisci; significa che sono sentieri ben evidenti. E’ implicito che l’ambiente esterno è comunque il bosco o la montagna, che ci sono sassi, pietre e tronchi. In nessun modo, un trekking definito facile, è equiparabile ad una passeggiata pianeggiante in un parco cittadino.

Livello Medio: Vuol dire che la lunghezza si attesta tra i 15 e i 20 Km totali. Il dislivello cumulato positivo (cioè la salita totale) è tra i 500 e i 999 metri. Il percorso su cui si compie il trekking è composto da sentieri, pietraie. A volte sono presenti sul sentiero cavi di acciaio o corde fisse per facilitare i passaggi. Possono essere presenti alcuni passaggi esposti, anche se brevi e semplici.

Livello Impegnativo: Vuol dire che la lunghezza si attesta oltre i 20 Km totali. Il dislivello cumulato positivo supera i 1000 metri. Il percorso su cui si compie il trekking è composto da sentieri, pietraie, tracce di sentiero. Possono essere presenti cavi di acciaio o corde fisse per facilitare i passaggi. Possono essere presenti tratti esposti per il cui superamento è necessario non soffrire di vertigini. Infine, la stagionalità (caldo o freddo) e le modalità di soggiorno (dormire in bivacco) possono influire sulla difficoltà del trekking.

L’orario e il luogo precisi dell’appuntamento vengono inviati per email all’indirizzo fornito in fase di prenotazione: prestate attenzione a inserire correttamente i dati e verificate che l’email non sia per caso finita in spam.
All’interno di ogni prodotto sono sempre indicati due luoghi: quello in città per partire con tutto il gruppo e l’altro luogo direttamente alla partenza del trekking.
In fase di prenotazione dovrete scegliere se partire con il gruppo o farvi trovare direttamente alla partenza del trekking.

In nessun caso orario e luogo di partenza verranno forniti prima della prenotazione.

Dal punto di incontro ci sposteremo al luogo di inizio del trekking con auto private. Andare a Zonzo non interviene in nessun modo nella composizione delle auto, lasciando ai partecipanti la scelta di condividere il viaggio con altri. I costi per i trasferimenti sono sempre esclusi dalla quota di partecipazione e verranno equamente suddivisi tra i passeggeri di ogni macchina. Un loro calcolo approssimativo è sempre indicato nella pagina dell’evento; questo vi permetterà di avere un riferimento per condividere i costi benzina con gli altri partecipanti.

L’unico modo per disdire la propria partecipazione ad un trekking, un’escursione giornaliera o un viaggio a piedi, è comunicarlo attraverso il FORM.
Prima di disdire la propria partecipazione, è necessario tenere conto delle penali applicate:

Trekking guidati o escursioni giornaliere:
Disdetta entro
96 ore dall’orario di inizio indicato sul sito: penale 0% – conversione in punti (380 punti per ogni euro speso) 
Disdetta tra le 96 e le 48 ore dall’orario di inizio indicato sul sito: penale 50% – conversione in punti (180 punti per ogni euro speso)
Disdetta oltre le 48 ore dall’orario di inizio indicato sul sito: penale 100% – nessun credito.

Viaggi a Piedi:
Si applicano le condizioni generali di Vendita del Pacchetto Turistico, si trovano a questo LINK.

Camminare è di sicuro l’attività più comune tra tutte quelle proposte. Ma c’è modo e modo di camminare. Per i trekking e le escursioni giornaliere sono necessarie scarpe da trekking. Non da ginnastica! Vanno comunque bene anche le scarpe da trail. La cosa importante, per le scarpe, è che abbiano la suola scolpita (esistono molte mescole in commercio, Vibram è la più famosa e la prima che ha investito in questo ambito, ma non è l’unica efficiente). Ciò permette una migliore aderenza al terreno, ma soprattutto vi evita di avere dolori ai piedi a fine giornata. Per questo è vietata la partecipazione senza scarpe idonee. La guida si riserva la facoltà di escludere dal gruppo anche il giorno stesso chiunque non indossi calzature appropriate. In questo caso non è previsto rimborso, considerato che le Scarpe da trekking sono indicate tra l’attrezzatura necessaria in ogni evento.

Oltre alle scarpe è necessario avere uno zainetto in cui mettere sempre: acqua, k-way, golf di pile, maglietta di ricambio, cibo, torcia. Perché la torcia? La torcia è necessaria perché può capitare, specialmente in inverno, che il trekking si allunghi e faccia  buio. Avere una torcia ci permetterà di camminare più agevolmente.

Certo che puoi partecipare. Anzi i viaggi in gruppo sono l’ideale per conoscere nuove persone.
I nostri gruppi sono composti da massimo 20/25 elementi, per favorire sia l’integrazione che la conduzione. Per scelta, abbiamo deciso di non portare a camminare squadroni di 35/40 persone.
Se siete un gruppo di amici di 6 persone o anche più, forse è il caso di valutare l’opzione di una guida che accompagni solo voi (scrivere a info@andareazonzo.com per un preventivo), piuttosto che inserirsi in un gruppo dove poi, l’interazione, potrebbe risultare difficile. Andare a Zonzo serve anche e soprattutto a conoscere persone nuove!

Oltre allo spirito di adattamento è necessaria anche una grande puntualità: i ritardi arrecano disturbo a tutti i partecipanti.

Durante i trekking o le esperienze vengono scattate foto. Tali foto sono scattate in luogo pubblico e perciò condivisibili su internet e divulgabili. Nel caso in cui non vogliate apparire nelle foto, comunicatelo immediatamente alla guida prima della partenza del trekking. In caso contrario le foto verranno pubblicate. Alla stragrande maggioranza delle persone piace condividere le foto di viaggio motivo per cui, una mancata comunicazione tempestiva di chi desidera non apparire in foto, può andare contro i desideri di tutti gli altri componenti del gruppo.

Nel momento in cui ci si iscrive a un evento di gruppo, se ne accettano i pro e i contro, tenetelo sempre presente.

Il pranzo (o in certi casi la cena) a sacco significa che ognuno provvede autonomamente al cibo per il trekking o l’esperienza. Potete portarlo da casa o acquistarlo nel bar dove ci fermeremo per un caffè, prima dell’inizio di ogni trekking.
Il pasto condiviso invece, è un’esperienza diversa che Andare a Zonzo – primo in Toscana – ha inserito nei suoi eventi dal 2011. Si tratta di un pic-nic dove ognuno contribuisce portando qualcosa da mangiare. L’importante è che sia cucinato con le vostre mani per 1/2 persone. Bastano cose semplici: un’insalatona, un riso freddo, una frittata, delle uova sode, una torta salata, delle polpette. E questi sono solo esempi. Per rendere l’esperienza più vera e autentica, evitate di portare salatini o il sempreverde pane e salumi. Ah! Pensate anche alle stoviglie (non usa e getta) e al vino, se pensate di berne e volerlo condividere.
La grigliata condivisa, invece, è leggermente diversa. Ogni partecipante porta qualcosa che vorrà grigliare e condividere. Andare a Zonzo penserà alla parte riguardante il fuoco. Anche in questo caso pensate anche alle stoviglie (non usa e getta) e al vino, se pensate di berne e volerlo condividere.

    Inserisci la tua domanda


    Torna su