Leroy | #andareazonzo
IMG_20191030_092915

LEROY MARCHI

1983, toro ascendente acquario, guida ambientale escursionistica. Se penso alla vita come ad una strada, la vedo insinuarsi serpeggiante tra colline, salire leggera su fino al crinale per poi buttarsi tormentosa tra canyon e forre, guadando torrenti, saltando strade battute, scalando rocce, perdendosi nel fitto dei boschi; terreni duri, aspri, impervi che formano il carattere come cicatrici che incidono la carne, lasciando con lo scorrere del tempo solo un segno leggero senza più il ricordo di dolore, ma solo di avventure. La meta è solo un pretesto per andare avanti, cercandone sempre una nuova; lungo il percorso vedo persone da scoprire con cui condividere emozioni, scambiando sentimenti, spartendo il pasto e una bevuta, per lasciare indelebile dentro di noi un ricordo. Che sia stata la neve o il mare, sfruttando il vento, una lamina tagliente, degli zoccoli o un copertone lacerato tutto questo mi ha portato qua. Ora so che bastano un paio di scarponi resistenti, uno zaino, della buona compagnia e c’è ancora un mondo tutto da scoprire dietro l’angolo. Odio le camicie stirate, i centri commerciali, la macchina a rate, il maxitelevisore del cazzo, la lavatrice, il cd e l’apriscatole elettrico, la buona salute, il colesterolo basso, la polizza vita, il mutuo, la prima casa, la moda casual, le valigie, il salotto di tre pezzi comprato all’ikea, il fai da te, i telequiz delle otto, l’orario d’ufficio, l’auto lavata, tirare avanti lontano dai guai, in attesa del giorno in cui morirai. Amo i Red Hot, il prosciutto tagliato a mano e camminare, fuori, in compagnia, tanto mi basta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ANDARE A ZONZO

L’agenzia di outdoor più grande della Toscana

Official partner

Torna su