domenica 20 agosto 2017

Orrido di Botri, trekking nella natura più sorprendente! Risalire il fiume circondati da una natura maestosa e selvaggia.

Quota di partecipazione

  • *Si ricorda che la prenotazione diviene effettiva, solo al momento del pagamento della quota.
Siamo spiacenti, Disponibilità esaurita
Contattaci per maggiorni informazioni.

Una spettacolare gola calcarea circondata da ambienti rupestri ed estese faggete; un paesaggio inconsueto per la Toscana, permeato da un’atmosfera incantata e selvaggia.

Attraverseremo questo sorprendente canyon risalendo il letto del fiume, con ai lati pareti di roccia a picco che possono toccare anche i 200 metri e ricchi di vegetazione.

La riserva offre uno spettacolo unico: un ambiente naturale imponente al quale l’uomo non ha messo mano e che accoglie il canyon più grande e profondo della Toscana.

A chi è adatta: l’escursione è tecnicamente facile e può essere effettuata anche dai bambini, è necessario però muoversi con attenzione: si entra e si esce dall’acqua, che può arrivare fin sopra il ginocchio, e si cammina su sassi scivolosi in ambiente umido e in alcuni punti è presente l’ausilio di corde per la progressione. Comunque non presenta passaggi difficili ed è adatta a coloro che hanno voglia di avventurarsi in un ambiente insolito e selvaggio!

Dislivello totale in salita: circa 150 metri

Guida: Benedetta

Partenza prevista dal gruppo da Firenze con auto private, ma sarà possibile, per chi lo vorrà, raggiungere direttamente il punto di partenza del trekking.
Ora e luogo di ritrovo precisi, verranno forniti agli iscritti.


LIVELLO:

MEDIO

ATTREZZATURA CONSIGLIATA

E’ obbligatorio indossare CALZATURE DA TREKKING, già collaudate, con suola dotata di buona aderenza e non sandali, seppur adatti all’outdoor. E’ opportuno portarsi un cambio di vestiario, compreso un altro paio di scarpe (non scordate i calzini!) e un asciugamano, e proteggere con sacchetto di plastica il cellulare e/o la macchina fotografica. E’ consigliabile dotarsi di uno zaino di circa 20 litri di volume, anche il coprizaino, portare con sé una borraccia da almeno 1 lt e una giacca impermeabile (magari antivento), vestirsi a strati indossando una maglietta comoda e pantaloni corti (per bagnarli il meno possibile) e non scordare di portare una maglia felpata o meglio ancora un pile. I più intrepidi si possono mettere anche il costume per un bagno nelle fresche, molto fresche, acque del Rio Pelago. Evitare di riempire lo zaino di oggetti inutili, più leggero sarà e più si godrà dell’esperienza.

COMPRESO NELLA QUOTA:

Organizzazione
Accompagnamento con Guida Ambientale autorizzata dalla Regione Toscana
Assicurazione per tutta la durata dell'escursione.
Caschetto obbligatorio.

LA QUOTA NON COMPRENDE:

Costi di trasferimento, che verranno divisi equamente tra i partecipanti, l'attrezzatura e tutto quello che non è specificato nella voce "Compreso nella Quota".