Ghost Town #26 | Chiapporato | Andare a Zonzo

Ghost Town #26 – Chiapporato


Domenica 22 Dicembre

Ghost Town: Alla scoperta affascinante delle Ghost Town dell’Emilia Romagna; le più belle città scomparse della nostra regione, raggiunte camminando. Domenica 22 Dicembre: Chiapporato.

15,57

Esperienza Sold Out. Contattaci per maggiori informazioni

DESCRIZIONE

Area tematica: Ghost Town dell’Emilia Romagna!

Un altro fantastico appuntamento alla scoperta dei più suggestivi borghi abbandonati dell’Appennino Tosco-Emiliano. Il paese di Chiapporato, curiosamente diviso a metà tra due province, ha origini antichissime. Una manciata di case miracolosamente aggrappate alle rocce di un ripido versante, un autentico museo della civiltà montanara del 1400, che resiste faticosamente ai secoli, ai vandali e alle intemperie di un luogo estremamente selvaggio.

Scavalcheremo un ripido spartiacque reso accessibile grazie agli antichi sentieri lastricati utilizzati dai pastori che conducevano le greggi ai pascoli alle quote più alte. Chiapporato appare all’improvviso, così com’è nascosto tra i castagneti secolari, fonte di sostentamento per intere generazioni che hanno vissuto qui fino a pochi anni fa.

Solo due donne, madre e figlia, quest’ultima ancora in vita, hanno resistito alle tentazioni della civiltà, vivendo senza luce elettrica e acqua corrente.
Fino a poco tempo fa il paese era raggiungibile solo a piedi e l’elettricità vi è stata portata nel 2006 ma loro non la usavano mai. Le ultime discendenti di un mondo ormai scomparso.

Muovendoci per i viottoli, tra le case diroccate, invase dalla vegetazione, andremo alla scoperta dei luoghi lasciati da questi leggendari abitanti. Sembra ancora di sentire l’odore della legna che arde nei caminetti, il silenzio dei boschi interrotto dal passaggio di un animale selvatico e il buio assoluto della notte illuminata solo dalla luna e le stelle.

Immergendoci nelle maestose foreste del Parco dei Laghi di Suviana e Brasimone, entreremo nel regno del Cervo, considerato fin dall’antichità il monarca delle foreste.
È il mammifero più grande presente nell’Appennino bolognese e in questa zona, in particolare, gli esemplari raggiungono dimensioni straordinarie, costituendo la popolazione più importante di tutta la catena appenninica.

HIGHLIGHTS:

Borgo abbandonato, antichi sentieri lastricati, castagneti secolari, cervi, splendido panorama dalla cima.


INFO

LUNGHEZZA ESCURSIONE: 11 Km circa


DISLIVELLO: circa 600 metri in salita


LIVELLO DI DIFFICOLTA': FACILE


ABILITA': ESORDIENTI


GUIDA: MARCELLO

CHI NON PUO' PARTECIPARE:


CIBO: CONDIVISO


APPUNTAMENTO: | ore:



LOGISTICA

ATTREZZATURA NECESSARIA:

LA QUOTA COMPRENDE:

Organizzazione, coordinamento e conduzione delle attività.
Accompagnamento con Guida Ambientale Escursionistica abilitata ai sensi della L.R. 86/2016 e successive modifiche.
Assicurazione Infortuni per i partecipanti

LA QUOTA NON COMPRENDE:

Costi di trasferimento che verranno divisi equamente tra i partecipanti; i costi di viaggio stimati per la tratta a/r dal punto di partenza cittadino al punto di partenza del trekking di circa 20 € da dividere tra i componenti di ogni auto. (fonte: viamichelin)
Tutto quello che non è specificato nella voce “La quota comprende”.

SPOSTAMENTI: Partiremo con auto private, ma sarà possibile partecipare anche per chi non ha la macchina; è sufficiente che sia in grado di raggiungere autonomamente il punto di incontro indicato nell'email di conferma. Chi lo vorrà potrà raggiungere direttamente il punto di partenza del trekking, scrivendoci.
Il luogo e l'oriario esatti di incontro verranno comunicati esclusivamente agli iscritti.

RIENTRO: Rientro previsto alle macchine intorno alle ore 18:30. Successivamente rientro in auto al punto di incontro della mattina.




ATTENZIONE: Prima di iscriverti ed effettuare il pagamento, leggi per favore i Termini e Condizioni per partecipare agli aventi di Andare a Zonzo.


Potrebbe interessarti anche...

ANDARE A ZONZO

L’agenzia di outdoor più grande della Toscana

Official partner

Torna su