Viaggi a Piedi guidati | Basilicata Selvaggia | Andare a Zonzo
Con questo prodotto guadagnerai:
1000 Punti in Programma fedeltà

Basilicata Selvaggia

Viaggio a Piedi sul Pollino


Dal 10 Luglio al 17 Luglio 2021

Viaggio a piedi in Basilicata alla scoperta del Parco Nazionale del Pollino. Un’avventura selvaggia per scoprire la vera anima del Sud.

Viaggio coperto da SAVE100

Caparra per il viaggio:

50,00


In gruppo

8 giorni

MEDIO

750

Lungo l’arco appenninico meridionale, dove le terre di Calabria e di Lucania si incontrano, si situa il cuore più selvaggio del Parco Nazionale del Pollino, il più esteso d’Italia.
Tra i giganti montuosi che superano i 2000 m s.l.m., si aprono magnifiche praterie d’alta quota, cavalli in libertà e mandrie di bovini le attraversano, sorvegliati dal re indiscusso di queste montagne, il Pino Loricato.

Questo e molto altro è il Parco del Pollino. Dedicheremo i primi giorni alle escursioni sulle vette più alte del Parco, da Serra Dolcedorme e Monte Pollino a Serra di Crispo, per poi addentrarci ancora di più nel versante lucano.

Cammineremo in boschi lussureggianti e faggete vetuste, ammireremo borghi caratteristici, e non mancherà la traversata delle profonde gole della Valle del Sarmento.
A fine giornata avremo modo di assaggiare alcune delle prelibatezze della cucina tradizionale pollinese. Dopo tanta fatica, i piaceri della tavola saranno meritatissimi.

HIGHLIGHTS:

Parco Nazionale del Pollino, Serra Dolcedorme, Monte Pollino, Serra del Prete, Serra delle Ciavole, Serra di Crispo, Timpa delle Murge, Timpa di Pietrasasso, Canyon della Garavina, Valle del Sarmento, Noepoli, Lago di Monte Cotugno, paesaggi selvaggi e incontaminati.

Day 1 - sabato 10 Luglio

Da Rotonda (PZ), con un transfer, arriveremo e ci sistemeremo nel rifugio d’alta quota Pino Loricato, dove da subito testeremo il nostro vero spirito montano.
Qui ceneremo e pernotteremo in camerata per le prime tre notti.

Km giornalieri: - Km Dislivello giornaliero: - m


Day 2 - domenica 11 Luglio

Dal rifugio cominceremo il nostro primo trekking ad anello nel Parco del Pollino e lo dedicheremo al gigante di mezzo, Serra del Prete, per poi scendere al Belvedere del Malvento e, attraverso una splendida faggeta, arrivare a Piano Ruggio.
Rientreremo nel tardo pomeriggio al nostro rifugio, dove ci aspetterà una meritata cena.

Km giornalieri: 20 Km Dislivello giornaliero: 1500 m


Day 3 - lunedì 12 Luglio

Il secondo trekking ad anello partirà alla conquista del re e della regina del Parco, il Monte Pollino e la Serra Dolcedorme, mitici e fiabeschi fin dai nomi. Sarà la più impattante e impegnativa delle nostre escursioni.
Attraversando i piani di Vaquarro, rientreremo per la nostra ultima notte in rifugio.

Km giornalieri: 22 Km Dislivello giornaliero: 1700 m


Day 4 - martedì 13 Luglio

Il quarto giorno sarà la volta del primo trekking itinerante: lasceremo il rifugio per salire sulle altre due vette, Serra delle Ciavole e Serra di Crispo, soprannominate il Cimitero dei Pini Loricati e il Giardino degli Dei. Separate dal valico della Grande Porta del Pollino, da qui godremo di un’incredibile vista sull’intero massiccio.
Ceneremo e pernotteremo nell’accogliente agriturismo Quercia Antica.

Km giornalieri: 18 Km Dislivello giornaliero: 800 m


Day 5 - mercoledì 14 Luglio

Con un’altra escursione ad anello, cammineremo nel cuore del versante lucano del Parco per ammirare gli spettacolari affioramenti rocciosi di Timpa delle Murge e Timpa di Pietrasasso, e ci spingeremo fino alla sorgente Catusa, sul limitare della Riserva naturale Rubbio.
Un’altra meritata cena ci attenderà in agriturismo.

Km giornalieri: 16 Km Dislivello giornaliero: 700 m


Day 6 - giovedì 15 Luglio

La nostra ultima escursione sarà itinerante: con i nostri zaini in spalla ci dirigeremo verso Terranova di Pollino attraversando il Canyon della Garavina, scavato dal torrente Sarmento nell’omonima valle. Il percorso all’interno delle gole (2 km), a tratti con acqua, sarà breve ma suggestivo. Arrivati alle porte del paese, ci sistemeremo nell’Hotel Pino Loricato, dove potremo rilassarci e cenare.

Km giornalieri: 6 Km Dislivello giornaliero: 300 m


Day 7 - venerdì 16 Luglio

Sarà un giorno di riposo e di visite turistiche. Visiteremo il paesino di Terranova di Pollino e verso ora di pranzo ci sposteremo con un bus a Noepoli, che sorge su un antichissimo insediamento.
Dopo la visita del caratteristico borgo, con un altro bus arriveremo a Senise e da qui, in 20 minuti a piedi, alla Casata del Lago. Dopo cena potremo passeggiare in tranquillità lungo le rive del Lago di Monte Cotugno.

Km giornalieri: - Km Dislivello giornaliero: - m


Day 8 - sabato 17 Luglio

Dopo una settimana trascorsa insieme, da Senise con i mezzi pubblici, intorno alle ore 8:00, inizieremo il nostro viaggio di rientro verso casa.
Nel caso abbiate necessita di organizzare il viaggio di ritorno fino alla vostra abitazione, contattateci da QUI.

Km giornalieri: - Km Dislivello giornaliero: - m


Sistemazione: Albergo, B&B, Rifugio, Agriturismo


Camere e letti: Doppia, Tripla, Camerata


Disponibilità singola: NO


Età minima: 16 anni


Cani: I nostri amici a 4 zampe NON possono partecipare.


Luogo di incontro: Rotonda (PZ)
Viene fissato un luogo di incontro a Firenze per chi desidera condividere il viaggio con altri partecipanti. Ciò non rappresenta un obbligo, infatti in fase di prenotazione potete scegliere da dove partire.


La Quota comprende:

Organizzazione
Accompagnamento con Guida Ambientale Escursionistica
Assicurazione RC (Responsabilità Civile Guida) per tutta la durata del viaggio.
3 Pernottamenti in camerata
4 Pernottamenti in camera doppia
7 Colazioni in struttura
7 Cene in struttura
5 Pranzi a Sacco
Caschetti per le gole
Transfer Privato
Assicurazione medico-bagagli
Kit di Andare a Zonzo


La Quota NON comprende:

Costi di trasferimento per/da Rotonda (PZ)
3 Pranzi a Sacco
Bevande ed extra nelle cene
Asciugamani non inclusi per le prime 3 notti
3 Autobus di linea (massimo 10 euro totali)
Tutto quanto non indicato nella voce “LA QUOTA COMPRENDE”

I partecipanti alle nostre esperienze non sono coperti da assicurazione personale infortuni. E’ possibile stipulare apposita assicurazione successivamente al pagamento della Caparra.
Sempre dopo l’iscrizione è possibile  stipulare un’assicurazione per l’annullamento del viaggio.

Prezzo totale del viaggio: 750 €
Prenotazione viaggio: Per prenotare la propria partecipazione al viaggio, è necessario iscriversi pagando online la caparra.
Contratto: Nella fase di pagamento della caparra, vi verrà fatto compilare online il Contratto di Pacchetto Turistico. I dati richiesti sono tutti obbligatori.
Dettagli prenotazione: Gli iscritti riceveranno tutti i dettagli della prenotazione e del viaggio per email.
Saldo viaggio: Dopo la prenotazione, verrà richiesto il saldo di 700 euro tramite bonifico bancario entro il 03/07/2021.

L'evento è a numero chiuso. L'unico modo per potersi iscrivere è attraverso questo sito.


Andare a Zonzo si riserva la facoltà di modificare a suo insindacabile giudizio l'itinerario, se necessario

Simona

Lucana di sangue e d’origine, riccia di chioma, ariete di segno. Mi chiamo Simona, sono nata il 28 marzo 1989, tra l’inverno e la primavera delle montagne del Sud, ho nel cuore la neve lucana ma anche il mare calabrese.

Guida ambientale escursionistica, sono approdata alla meraviglia del camminare dopo altri e diversi cammini, scoprendo col tempo che sedersi sulla nuda terra a bere del vino in compagnia, sudare camminando, godere delle meraviglie e dell’energia della natura, banchettare a fine giornata funzionavano alla grande!

Nell’esplorazione dei territori incrocio le mie passioni di ieri e di oggi, la lettura, la ricerca, la fotografia, la storia dei luoghi, la bellezza, esplorata prima attraverso i miei studi d’arte, poi camminando. La condivisione di storie, espressioni e sapori è ciò che amo del camminare con gli altri. Preferisco la follia del rimettersi in gioco alla follia del rimanere dove si è e l’azzardo dell’ignoto e del diverso al rispecchiamento nell’uguale a me.

Ho amato camminare a piedi scalzi tra le stradine di Stromboli, affacciarmi sulla Sciara del Fuoco a riverire i suoi ruggiti, esplorare le coste del sud Italia in moto, le poesie di Salinas, Ultimo tango a Parigi, Kierkegaard, l’arte in varie forme. Tra i miei rimpianti, non aver ascoltato la voce di Leonard Cohen dal vivo. Il vagabondaggio urbano, la colazione lenta con un libro e la pizza con un film a letto sono dei riti che mi concedo a cadenze regolari.

Amo i pranzi della domenica, gli odori di cucina tra i balconi aperti, la scarpetta e i carboidrati. Tra i verbi più belli, viaggiare, scrivere, cucinare... e ovviamente camminare! Credo nelle seconde nascite e che senza la cultura, gli incontri e i cieli stellati, quelli veri in mezzo al bosco, non saremmo nulla.


    Non è il viaggio che fa per te? Prova a vedere questi!
    Torna su