Viaggi a Piedi guidati | Il Molise non esiste | Andare a Zonzo
Con questo prodotto guadagnerai:
1000 Punti in Programma fedeltà

Il Molise non esiste

Viaggio a piedi guidato in Molise


Dal 23 al 26 Settembre 2021

ATTENZIONE! Il Molise potrebbe non essere realmente esistito, probabilmente l’itinerario descritto è solo frutto dell’immaginazione!

Viaggio coperto da SAVE100

Caparra per il viaggio:

50,00


In gruppo

4 giorni

MEDIO

350

Un itinerario incredibilmente realistico, in Molise, frammento dell’antico Nulla, ripercorrendo il viaggio di un qualsiasi personaggio di fantasia, salendo sugli immaginari Monti della Metha, ci lasceremo incantare dalla maestosità di Rocca Makinulf, l’antica fortezza eretta con molta probabilità da nani giganti, sotto la bianca cima del Mathese, sopra gli altopiani ventosi della landa di San Groh, ad est della foresta di Maynard, là dove la pista degli orchi devia verso il Wolturn.

HIGHLIGHTS:

Parco delle Mainarde, Parco Nazionale Abruzzo Lazio Molise, Eremo di San Michele, Rocca Maginulfi.

Day 1 - giovedì 23 Settembre

Un breve itinerario nel Matese intorno Roccamandolfi e alle rovine del castello prima Longobardo poi Normanno, un sentiero lungo il torrente Callora tra ponti tibetani e antichi tratturi, ci darà un’idea del magico mondo del Molise.

Day 2: Venerdì 18 Settembre 2020
Saliremo sopra i 2200m del Monte della Meta, un percorso suggestivo, partendo da una favolosa faggeta secolare proseguiremo in ambiente alpino tra detriti glaciali e blocchi calcarei, un antico collegamento tra Lazio e Abruzzo sfruttato in passato da mercanti, monaci e pastori, sotto gli occhi di briganti in agguato (14km | 1100m).

Day 3: Sabato 19 Settembre 2020
Cammineremo all’interno del Parco delle Mainarde Molisane; pranzeremo davanti alla capanna di Moulin, pittore francese che visse in completa solitudine gli ultimi 35 anni di vita e arriveremo in cima al Monte Marrone, da dove si apre una vista mozzafiato sulla valle del Sangro e del Volturno (13km | 1000+).

Day 4: Domenica 20 Settembre 2020
Una breve ma intensa passeggiata verso l’eremo di San Michele a Foce, incastonato al centro dell’apice della montagna tagliata a lui dedicata e chissà se con un po’ di fortuna non ci imbatteremo in uno dei pochi esemplari di orso marsicano (6km | 600+).

Pernottamento in camere doppie, triple, quadruple in base alla disponibilità.

Prezzo totale: 350 euro

Per prenotare è necessario iscriversi entro il 31 Luglio pagando online la caparra di 50 euro.
Successivamente verrà richiesto il saldo tramite bonifico bancario di euro 300.

E’ possibile stipulare un’assicurazione annullamento viaggio. Assicurazione non obbligatoria e non compresa nel prezzo.

Evento a numero chiuso. Per partecipare è necessario iscriversi attraverso questo sito.

Km giornalieri: 7 Km Dislivello giornaliero: 500 m


Day 2 - venerdì 24 Settembre

Saliremo sopra i 2200m del Monte della Meta, un percorso suggestivo, partendo da una favolosa faggeta secolare proseguiremo in ambiente alpino tra detriti glaciali e blocchi calcarei, un antico collegamento tra Lazio e Abruzzo sfruttato in passato da mercanti, monaci e pastori, sotto gli occhi di briganti in agguato.

Km giornalieri: 14 Km Dislivello giornaliero: 100 m


Day 3 - sabato 25 Settembre

Cammineremo all’interno del Parco delle Mainarde Molisane; pranzeremo davanti alla capanna di Moulin, pittore francese che visse in completa solitudine gli ultimi 35 anni di vita e arriveremo in cima al Monte Marrone, da dove si apre una vista mozzafiato sulla valle del Sangro e del Volturno.

Km giornalieri: 13 Km Dislivello giornaliero: 1000 m


Day 4 - domenica 26 Settembre

Una breve ma intensa passeggiata verso l’eremo di San Michele a Foce, incastonato al centro dell’apice della montagna tagliata a lui dedicata e chissà se con un po’ di fortuna non ci imbatteremo in uno dei pochi esemplari di orso marsicano.

Km giornalieri: 6 Km Dislivello giornaliero: 600 m


Sistemazione: Agriturismo


Camere e letti: Tripla


Disponibilità singola: NO


Età minima: 16 anni


Cani: I nostri amici a 4 zampe NON possono partecipare.


Luogo di incontro: Roccamandolfi (IS)
Viene fissato un luogo di incontro a Firenze per chi desidera condividere il viaggio con altri partecipanti. Ciò non rappresenta un obbligo, infatti in fase di prenotazione potete scegliere da dove partire.


La Quota comprende:

Organizzazione
Accompagnamento con Guida Ambientale Escursionistica
Assicurazione RC (Responsabilità Civile Guida) per tutta la durata del viaggio.
3 Pernottamenti in camera tripla
3 Colazioni in struttura
3 Cene in struttura
Assicurazione medico-bagagli
Kit di Andare a Zonzo


La Quota NON comprende:

Costi di trasferimento per/da Roccamandolfi (IS)
Spostamenti in auto in zona per raggiungere la partenza dei trekking. Costi verranno divisi equamente tra i partecipanti.
Tutti i pranzi a sacco
Bevande ed extra nelle cene
Tassa di soggiorno
Tutto quanto non indicato nella voce LA QUOTA COMPRENDE

I partecipanti alle nostre esperienze non sono coperti da assicurazione personale infortuni. E’ possibile stipulare apposita assicurazione successivamente al pagamento della Caparra.
Sempre dopo l’iscrizione è possibile  stipulare un’assicurazione per l’annullamento del viaggio.

Prezzo totale del viaggio: 350 €
Prenotazione viaggio: Per prenotare la propria partecipazione al viaggio, è necessario iscriversi pagando online la caparra.
Contratto: Nella fase di pagamento della caparra, vi verrà fatto compilare online il Contratto di Pacchetto Turistico. I dati richiesti sono tutti obbligatori.
Dettagli prenotazione: Gli iscritti riceveranno tutti i dettagli della prenotazione e del viaggio per email.
Saldo viaggio: Dopo la prenotazione, verrà richiesto il saldo di 300 euro tramite bonifico bancario entro il 16/09/2021.

L'evento è a numero chiuso. L'unico modo per potersi iscrivere è attraverso questo sito.


Andare a Zonzo si riserva la facoltà di modificare a suo insindacabile giudizio l'itinerario, se necessario

leroy marchi guida ambientale escursionisticaLeroy

1983, toro ascendente acquario, guida ambientale escursionistica. Se penso alla vita come ad una strada, la vedo insinuarsi serpeggiante tra colline, salire leggera su fino al crinale per poi buttarsi tormentosa tra canyon e forre, guadando torrenti, saltando strade battute, scalando rocce, perdendosi nel fitto dei boschi; terreni duri, aspri, impervi che formano il carattere come cicatrici che incidono la carne, lasciando con lo scorrere del tempo solo un segno leggero senza più il ricordo di dolore, ma solo di avventure.

La meta è solo un pretesto per andare avanti, cercandone sempre una nuova; lungo il percorso vedo persone da scoprire con cui condividere emozioni, scambiando sentimenti, spartendo il pasto e una bevuta, per lasciare indelebile dentro di noi un ricordo.

Che sia stata la neve o il mare, sfruttando il vento, una lamina tagliente, degli zoccoli o un copertone lacerato tutto questo mi ha portato qua. Ora so che bastano un paio di scarponi resistenti, uno zaino, della buona compagnia e c'è ancora un mondo tutto da scoprire dietro l'angolo.

Odio le camicie stirate, i centri commerciali, la macchina a rate, il maxitelevisore del cazzo, la lavatrice, il cd e l'apriscatole elettrico, la buona salute, il colesterolo basso, la polizza vita, il mutuo, la prima casa, la moda casual, le valigie, il salotto di tre pezzi comprato all'ikea, il fai da te, i telequiz delle otto, l'orario d'ufficio, l'auto lavata, tirare avanti lontano dai guai, in attesa del giorno in cui morirai.

Amo i Red Hot, il prosciutto tagliato a mano e camminare, fuori, in compagnia, tanto mi basta.


    Non è il viaggio che fa per te? Prova a vedere questi!
    Torna su