Viaggi a piedi guidati | Al confine orientale | Andare a Zonzo
Con questo prodotto guadagnerai:
1000 Punti in Programma fedeltà

Al confine orientale

Viaggio a piedi guidato sulle Alpi Giulie


Dall'8 all'11 Luglio 2021

La scoperta delle Alpi Giulie, un viaggio emozionale a metà strada tra noi e l’altrove, tra l’Italia e la Slovenia, in un territorio incredibilmente importante per la storia del nostro paese.

Caparra per il viaggio:

50,00

Disponibilità: Evento a numero chiuso. Posti ancora disponibili.


In gruppo

4 giorni

MEDIO

280

Mentre Thoreau scriveva a metà ‘800 che le migliori avventure e il luogo ideale giacciono e ci attendono sicuramente a Ovest, più recentemente Paolo Rumiz ha splendidamente descritto l’altrove, quella dimensione di cambiamento prima sottile e poi drastico che si percepisce a partire dal confine orientale italiano e poi giù, mano a mano che si percorrono i Balcani verso Est e verso Sud.

Questo viaggio è esattamente a metà strada fra il noi e quell’altrove, nella splendida terra di pascoli, cuspidi rocciose e panorami che sono le Alpi Giulie, fra l’Italia e la Slovenia. Quante vicende, quante storie… invasioni barbariche, rotte commerciali, imperi in lotta, guerre di Indipendenza e due guerre mondiali, questo ha attraversato questo territorio.

Una vera cultura di montagna in un angolo delle Alpi sicuramente meno frequentato e battuto, ma ricco di storie e imprese anche sportive, legate alla cosiddetta area della mitteleuropa e all’alpinismo dei grandi.

Alloggeremo in uno dei rifugi storici della zona, anticamente censito come baracca in legno sin dal 1887 e poi, dal 1909, divenuto uno dei grandi rifugi dei pionieri delle vette come il Jof Fuart, il Jof di Montasio e molte altre.

L’ambiente circostante e questa location d’eccellenza bastano a delineare la cornice di questo nostro nuovo viaggio.

HIGHLIGHTS:

Altipiano del Montasio, Jof di Montasio, cima di Terrarossa, cima alta di Riobianco, sella Grubia, sella Nevea, Rifugio Divisione Julia.

Day 1 - giovedì 8 Luglio

Arrivo in rifugio, sistemazione nelle camere e partenza per il primo trekking. Andremo ad ammirare la bellezza delle praterie fiorite sull’Altopiano del Montasio. Un percorso adatto al primo giorno, remunerativo e bellissimo, proprio sotto le pareti meridionali dello Jof di Montasio.

Km giornalieri: 8 Km Dislivello giornaliero: 700 m


Day 2 - venerdì 9 Luglio

Verso la cima di Terrarossa a 2420 metri di altitudine, panorami mozzafiato per un percorso
altamente panoramico.

Km giornalieri: 7 Km Dislivello giornaliero: 920 m


Day 3 - sabato 10 Luglio

Ci dirigeremo a poca distanza dal nostro rifugio per compiere l’anello della Cima Alta di Riobianco.
Un anello strepitoso, sufficientemente impegnativo ma assolutamente gratificante.

Km giornalieri: 16 Km Dislivello giornaliero: 1300 m


Day 4 - domenica 11 Luglio

Percorreremo il bellissimo anello di Sella Grubia, panoramico, gratificante, poi, ritorno alle macchine per la ripartenza verso casa.

Km giornalieri: 15 Km Dislivello giornaliero: 1100 m


Sistemazione: Rifugio


Camere e letti: Doppia


Disponibilità singola: NO


Età minima: 16 anni


Cani: I nostri amici a 4 zampe NON possono partecipare.


Luogo di incontro: Sella Nevea (UD)
Viene fissato un luogo di incontro a Firenze per chi desidera condividere il viaggio con altri partecipanti. Ciò non rappresenta un obbligo, infatti in fase di prenotazione potete scegliere da dove partire.


La Quota comprende:

Organizzazione
Accompagnamento con Guida Ambientale Escursionistica
Assicurazione RC (Responsabilità Civile Guida) per tutta la durata del viaggio.
3 Pernottamenti in camera doppia
3 Colazioni in struttura
3 Cene in struttura
Assicurazione medico-bagagli
Kit di Andare a Zonzo

 


La Quota NON comprende:

Costi di trasferimento per/da Cortina d’Ampezzo
Spostamenti in auto in zona per raggiungere la partenza dei trekking. Costi verranno divisi equamente tra i partecipanti.
Tutti i pranzi a sacco
Bevande ed extra nelle cene
Tassa di soggiorno
Tutto quanto non indicato nella voce LA QUOTA COMPRENDE

I partecipanti alle nostre esperienze non sono coperti da assicurazione personale infortuni. E’ possibile stipulare apposita assicurazione successivamente al pagamento della Caparra.
Sempre dopo l’iscrizione è possibile  stipulare un’assicurazione per l’annullamento del viaggio.

Prezzo totale del viaggio: 280 €
Prenotazione viaggio: Per prenotare la propria partecipazione al viaggio, è necessario iscriversi pagando online la caparra.
Contratto: Nella fase di pagamento della caparra, vi verrà fatto compilare online il Contratto di Pacchetto Turistico. I dati richiesti sono tutti obbligatori.
Dettagli prenotazione: Gli iscritti riceveranno tutti i dettagli della prenotazione e del viaggio per email.
Saldo viaggio: Dopo la prenotazione, verrà richiesto il saldo di 230 euro tramite bonifico bancario entro il 08/06/2021.

L'evento è a numero chiuso. L'unico modo per potersi iscrivere è attraverso questo sito.


Andare a Zonzo si riserva la facoltà di modificare a suo insindacabile giudizio l'itinerario, se necessario

PietroPietro

Il 25 di gennaio è spesso uno dei giorni più freddi dell’anno. E con la passione per il freddo, per la montagna in inverno - ma anche nelle altre stagioni - e per le gelide e cristalline acque alpine ci sono decisamente nato.

Sin da piccolo la mia famiglia mi ha avvicinato alla vita di montagna in ogni sua forma: dalle passeggiate, allo sci e sci alpinismo, al mondo delle gare, fino all'arrampicata e alla grande passione per le traversate alpine e le bivaccate completamente wild, con pedule o ramponi ai piedi che fosse.

Le lunghe estati trascorse sull'Altipiano di Asiago e in Dolomiti, soprattutto nell'Ampezzano e in Alta Pusteria mi hanno donato la libertà di poter godere della bellezza piena e totale di un ambiente montano vissuto senza filtri, senza finzione e senza esagerazioni retoriche. Così come nuda e bella è la roccia, così come bianca e candida è la neve appena caduta. Tuttavia il tempo non bastava mai a saziare la mia voglia di continuare a salire, esplorare, scalare, camminare. Fra un buon grappino in quota o una pozione magica al sambuco, e una bella chiacchierata ciò che mi piace di più del condurre gruppi è godere e far godere gli altri della bellezza del nostro territorio montano e appenninico.

Sono veneto, e per le mie altre due grandi passioni, la storia e la pesca con la mosca, mi sono trasferito in Toscana, dove mi sono laureato e specializzato in Storia Contemporanea. Ho scritto diversi volumi sulla storia locale toscana e italiana.

Amo l’ambiente naturale, le montagne, la storia coi suoi ritratti e a volte le sue pieghe torbide, le spy stories, i fiumi e il patrimonio fluviale libero e incontrastato. Adoro la scrittura libera oppure legato alle diverse epoche storiche, i viaggi, la geografia, le esplorazioni. Non amo gli impianti di risalita, soprattutto quelli abbandonati, le dighe, il caldo torrido e chi getta i fazzoletti di carta o urla nei parchi nazionali. Non amo nemmeno chi pensa che una montagna sia qualcosa da prendere o predare, quando invece ogni cosa che ci da va presa semplicemente per quello che è: un dono, oppure un avvertimento.

Amo il trekking e la possibilità di far star bene gli altri camminando, mi piace cosa esce dalla miscela degli incontri umani e l’energia che questo sprigiona, sono Guida Ambientale Escursionistica. Sarò lieto di guidarvi.







    Non è il viaggio che fa per te? Prova a vedere questi!
    Torna su